Natalie Silva

  • image

Il Ritmo Imperfetto Dell'Indecidibile

Natalie Silva è tra i protagonisti della mostra “Il ritmo imperfetto dell’indefinibile“. “Forse la nostra salvezza è nel non credere che la perfezione esista, o semplicemente nel trovarla noiosa. E.F." Interruzioni, sospensioni, intermittenze. Comunemente intese come difetti di sistema, le imprevedibili alterazioni di tono trovano approvazione e consenso ne “Il ritmo imperfetto dell’indecidibile“ la seconda mostra virtuale allestita da Artasylum nello spazio immaginario della Art Boutique. Come un caleidoscopio di senso, contenente in sé opportunità, impedimenti, anomalie e mutamenti, il venir meno della continuità raccoglie le visioni poetiche di undici artisti che con il proprio bagaglio esperienziale e mnemonico inscenano l’impraticabilità dei principi di coerenza per elogiare i meno rassicuranti gesti asincroni ed incompleti dell’imperfezione. Verità parziali, realtà provvisorie, tempi inavvertiti e distratti. E’ l’enumerazione del fattore indecidibile che indipendente da criteri di giustezza diviene punto del possibile, rivelazione del non visibile, sospensione catartica attraverso cui la sequenzialità disattesa tradisce ogni significato definito e definitorio. Inappropriabili ed indimostrabili. Rappresentazioni frattali di istanti presenti.


Web Project by Sea Comunicazione